Blog
Stili dei Caratteri Tipografici

Stili dei Caratteri Tipografici

Gli Stili dei caratteri tipografici vengono definiti in base a delle precise regole:

I caratteri tipografici vengono classificati, oltre che in base al gruppo o famiglia di appartenenza, anche in base ai vari stili che assumono aste e tratti terminali.

Nel corso del 1900 molti disegnatori di caratteri, come ad esempio François Thibaudeau, Maximilien Vox e Hermann Zapf, hanno provato a realizzare uno schema di classificazione degli stili dei caratteri tipografici e, anche se a tutt’oggi non esiste un metodo accettato in tutto il mondo, vi illustro uno di quelli più accreditati, la classificazione di Aldo Novarese.

La sua classificazione è basata su otto diverse famiglie di cartteri, le quali si differenziano in base al disegno delle loro grazie.

Lapidari – Veneziani

Chiamati anche Old Face, hanno grazie a forma triangolare, asse inclinato a sinistra, vistosamente riconoscibile nelle lettere tonde, e quasi nessuna differenza fra aste grosse e aste sottili.

Fra i caratteri di questa famiglia troviamo per esempio: Bembo, Palatino, Garamond.

 

Medievali – Gotici

Black Letters, le cui grazie sono a losanga, le lettere maiuscole hanno forme sporgenti, le estremità sono allungate ed hanno gli angoli molto accentuati.

Fra i caratteri di questa famiglia troviamo per esempio: Black Knight, Linotext, Gregorian.

Stili dei Caratteri Tipografici - Medievali Godici

Transizionali

Transitional, hanno origine dai caratteri Veneziani ma hanno un’asse meno inclinato e la differenza fra aste grosse e fini è più marcata. Le grazie non sono più triangolari ma leggermente arrotondate.

Fra i caratteri di questa famiglia troviamo per esempio: Tiffany, Romana, Times.

Stili dei Caratteri Tipografici - Transizionali

Bodoniani

Detti anche Modern Face, si caratterizzano per il netto contrasto fra aste fini ed aste grosse, le grazie sono squadratele forme ovali vengono disegnate come cerchi e l’asse è verticale.

Fra i caratteri di questa famiglia troviamo per esempio: Bodoni, Normande, Torino.

Stili dei Caratteri Tipografici - Bodoniani

Scritti – Calligrafici

Script and Brush, prendono spunto dai caratteri calligrafici e simulano i diversi stili di scrittura realizzati con l’ausilio di diversi strumenti come, ad esempio, la piuma, il pennello, la penna, ect.

Fra i caratteri di questa famiglia troviamo per esempio: Ariston, Present, Balloon.

Stili dei Caratteri Tipografici - Scritti Calligrafici

Egiziani

Slab Serif, le cui parti (aste, grazie, tratti) sono pressappoco tutte dello stesso spessore, il tratto distintivo di questa famiglia infatti è nelle grazie, che appaiono più spesse che negli altri caratteri e squadrate.

Fra i caratteri di questa famiglia troviamo per esempio: Cheltenham, Memphis, Egyptian 505.

Stili dei Caratteri Tipografici - Egiziani

Lineari – Bastoni

Sans Serif, sono caratteri senza grazie e con lo spessore delle aste uniforme e dallo stile moderno.

Fra i caratteri di questa famiglia troviamo per esempio: Franklin Gothic, Kabel, Helvetica.

Stili dei Caratteri Tipografici - Lineari Bastoni

Fantasia – Ornati

Decorative, racchiude tutti i caratteri che non è possibile classificare negli altri stili per l’uso di stili, grazie e decorazioni non presenti nelle specifiche delle altre famiglie.

Fra i caratteri di questa famiglia troviamo per esempio: Mixage, OCR – A, Serpentine.

Stili dei Caratteri Tipografici - Ornati

1 commento

  1. logo ha detto:

    The industry has used trend forecasts for years ‘
    but their role has changed since the 60s and 70s. Licensure:
    In some states, NDs must have licenser before they can practice.
    It comes in a blend of purples and black and is stylish,
    yet compact.

Lascia un commento